Amore analogico

C’è stato un giorno in cui ho deciso di fermarmi, fermarmi dal resto del mondo. È stato il giorno in cui ho capito che non avrei più voluto rincorrere il tempo che passa e la tecnologia che di giorno in giorno cambia costantemente e bisogna riniziare tutto da capo. Esattamente come mi successe quando vivevo a Londra, che vedevo tutti correre disperatamente nella metro, per le strade, sulle scale mobili e io un giorno ho deciso che di correre non mi andava più. Perché non sapevo nemmeno più perché correvo, quindi semplicemente mi sono fermata e ho iniziato a guardare quello che mi succedeva intorno. La stessa cosa è successa per la tecnologia, il giorno che ho deciso di fermarmi, è il primo giorno che ho deciso di comprarmi una Lomo, una Holga, per la precisione. Da quel giorno è nato il mio amore analogico esattamente come il mio grandissimo amore per le fotocamere Lomografiche.

Il punto è che in un’era in cui la massima aspirazione della fotografia è “trovare il filtro giusto su Instagram”, io ho deciso che volevo riniziare a mettere rullini, reimparare a mettere a fuoco, capire cos’è un otturatore, come si scelgono le pellicole per una macchinetta. Beh, io in tutto questo ci ho trovato molto più amore che nel pigiare un bottone su una app.

Decidere di buttarsi nel mondo delle analogiche è esattamente come iniziare una relazione: ti innamori forse all’inizio dell’aspetto esteriore, ma quello dura poco, perché poi ogni giorno devi imparare a conoscere sempre più la tua fotocamera per capire cosa può fare, cosa può darti, come può diventare un pezzetto di te. E state pur certi, che dopo qualche tempo diventerà un pezzetto di voi. Certe volte ci litigherete, perché non ha messo a fuoco la vostra foto, o nello sviluppo si sono sovrapposti due frame sbagliati o magari il rullino era fallato e vi son venute fuori 30 foto nere. Poco importa, come in ogni relazione che si rispetti, se voi non abbandonate qualcuno quel qualcuno non vi abbandonerà e così sarà per la vostra Lomo.

In un mondo in cui va tutto veloce, si fanno 3000 scatti al minuto, in cui non si crede più nell’amore eterno, in cui non si vuole più perdere tempo su nulla, in cui si punta tutto sul mero aspetto esteriore, io vi consiglio: fermatevi, andate piano, guardate quello che vi succede intorno, perdete tempo a conoscere qualcosa e qualcuno, appassionatevi e non gettate la spugna dopo un secondo, innamoratevi sul serio e non abbandonate tutti alla prima difficoltà, regalatevi una fotocamera analogica.

Ed oggi, grazie alla magnifica Lomography Italia posso dare l’opportunità a qualcuno di voi di innamorarsi perdutamente di una delle fotocamere più storiche e magnifiche della storia lomografica: un Diana mini. Al di là del noto e stupendo design è un’opportunità più che unica per decidere di buttarvi per la prima volta in questo magnifico mondo colorato analogico. Per poterla vincere vi basterà commentare questo post e il fortunato vincitore la riceverà con due magnifiche pellicole specialissime, per iniziare al meglio questa nuova avventura.

In bocca al lupo!

29 pensieri su “Amore analogico

  1. Da amante della fotografia, ne ho sempre desiderata una ma non ho mai trovato il coraggio per acquistarla…non si sa mai, magari stavolta è la volta buona! 🙂

  2. Da fiera proprietaria di una polaroid delle spice girls, partecipo al concorso sperando in un pizzico di fortuna.
    Grazie dell’ opportunità 🙂

  3. A 5 anni passavo i pomeriggi dentro la camera oscura che mio padre aveva creato in casa, privando la mia accondiscendente madre di una preziosa stanza in più, sviluppando foto in bianco e nero. Molte cose sono cambiate d’allora, purtroppo. Tra queste io, che non doso più i reagenti, ma scelgo filtri.

  4. Mi ritrovo in queste parole. Ho ventiquattro anni ed ho appena iniziaro ad inoltrarmi nel mondo della fotografia, per curiosità.
    Ad essere sincera prima di sei / sette mesi fa non ho mai provato questo tipo di interesse, o almeno non in modo così sentito. Per dire, durante i viaggi spesso dimenticavo di portare una macchina fotografica, per quanto piccola e tascabile, e mi sono sempre ritrovata con un sacco di fotografie nella mia testa, ma niente di tangibile.
    Ho deciso di fermarmi, di osservare i contesti in cui mi trovo per cercare di coglierne i particolari, di spegnere l’auto e parcheggiare, scendere e scattare. Vivo in un posto molto suggestivo, sul mare e circondato da chilometri di costa. Io mi fermo e scatto. Anche dando le spalle a tutto questo, con curiosità verso le persone, gli atti e gli atteggiamenti.
    Dopo una laurea mi sono trovata a studiare nuovamente, non nel senso di studio scolastico, ma inteso come una processo di apprensione. Cerco di apprendere il più possibile per poi uscire con la mia piccola macchina fotografica e mettere in pratica. Mi fermo e scatto. E mi piace, e mi pento di non averlo fatto prima, e di aver lasciato tanti luoghi senza un ricordo da poter rivedere.

  5. …un era in cui la massima aspirazione della fotografia è “trovare il filtro giusto su Instagram”…

    Hai perfettamente ragione, purtroppo il “fotografo” oggi tende a concentrarsi sugli effetti, sui filtri, sulla risoluzione, non accorgendosi, invece, che la cosa importante è il soggetto da immortalare, o meglio, il momento.

    Prima la foto permetteva di immortalare il momento, oggi invece facciamo foto solo per utilizzare un determinato filtro, e così facendo, senza rendercene conto, perdiamo d’occhio la cosa importante, il soggetto.

  6. Io ho una Diana Mini stupenda (è celeste con scritto su Love is all you need) ed ho usato pellicole xx originali ma non so mai dove svilupparle… qualche consiglio? (no non partecipo al concorso perchè lascio ad altri la possibilità di vivere quest’avventura).
    Bianca

  7. Condivido quello che hai scritto: l’emozione di “fermare” il tempo, quella magia, ce la può regalare solo la fotografia analogica.
    Sono un’amante della fotografia che, dopo aver iniziato a fotografare in digitale qualche anno fa, ha deciso di iniziare con quella analogica da qualche mese. Come? Comprando delle usa e getta – il ridicolo budget che ho avuto a disposizione non mi ha permesso di mettere le mani su una vera macchina analogica.
    Rincorro sui vari siti di shopping online questa Diana da un po’ di mesi e, purtroppo, non ho ancora avuto la possibilità di acquistarne una. Spero di poterci riuscire al più presto perché so quante emozioni proverei stringendone una tra le mani.

  8. Iniziare un rullino e non vedere l’ora di finirlo significa sempre ritrovarsi a non avere nulla da fotografare. Metti la fotocamera in borsa, anche se di solito non ti ci sta nemmeno il portafoglio, e inizi a girovagare e dopo ogni scatto è sempre un colpo al cuore e un dubbio in testa: aver spostato la levetta su N di giorno e su B di notte. E allora un po’ ti manca il digitale, riuscire a soddisfare la tua curiosità e vedere immediatamente quello che hai immortalato. Ma si dice che le cose belle si fanno attendere, e allora tu preferisci attendere.

  9. Anche io qualche tempo fa spinta da un folle amore analogico ho provato a usare la vecchia Bessamatic di mio padre. Qualcosa è uscito, qualcosa no, ma il punto è che vorrei poter curare tutto dallo sviluppo alle stampe e non affidare il mio rullino allo sconosciuto di turno. Purtroppo però la spesa e la complessità rende il tutto inaccessibile, tanto da rinunciarvi nel mio caso. Chissà, con questa Diana potrei ricominciare a pensarci però! 🙂

  10. dalla mia macchina digitale ultimamente sono tornata addirittura alle usa-e-getta. va bene la semplicità, ma mi piacerebbe fare un upgrade nell’analogico con questa carinissima diana:)

  11. Adoro le LOMO e adoro il mondo della fotografia inteso come “scatto e non so veramente come sarà questa foto una volta sviluppata”.. come una relazione, come hai detto tu Terry.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...