Quando crescere fa schifo..

Vuoi una pizza o un kebab? Torni turchina o ti fai castana? Vuoi uscire o rimanere a casa?Quel ragazzo ti piace o non ti piace? Vuoi il vino o un long island?

Decisioni. La vita un continuo susseguirsi di decisioni. Il problema arriva quando si presentano davanti a noi delle decisioni più grosse di quanto credessimo, decisioni che non interessano più soltanto noi ma il nostro futuro, le nostre speranze e tutto quello che potremmo diventare. Certe decisioni pesano come macigni immensi e finiscono per farti sentire proprio come Sisifo, condannato da Zeus per l’eternità a spingere un masso immenso in cima a un monte, tuttavia ogni qual volta Sisifo raggiungesse la cima col suo macigno quest’ultimo rotolava in fondo al monte e quel poveretto doveva riniziare ogni volta da zero. Le decisioni della mia vita funzionano sempre così, ogni volta che ne prendo una enorme e riesco a portare il macigno in cima al cucuzzolo, questo ricade in basso e devo iniziare tutto da capo.

In momenti come questi mi trovo a desiderare di essere di nuovo bambina, quando le decisioni non eri tu a prenderle ma qualcun altro le prendeva per te e se qualcosa andava male potevi prendertela con quel qualcuno, perché lui aveva deciso, non tu. “Che palle, non volevo andare in questa scuola, ma mamma mi ha costretto, quindi la odierò perché non faccio quello che vorrei”, è una condizione di sicurezza estrema, perché non sei costretto a prenderti mai le responsabilità delle situazioni hai di fronte. Ma poi si cresce, si diventa grandi, si va a vivere da soli, si inizia a costruirsi il proprio percorso e nessuno sceglie più per te. Questa volta  nessuno deciderà cosa io debba fare, ci siamo solo io e il mio macigno bello grosso, che è caduto in fondo alla montagna e non riesco più a capire che strada prendere per portarlo di nuovo in alto. Quindi chiamo mio padre, l’unico che sa, che mi conosce per davvero, e gli vomito al telefono un fiume di parole, gli vomito l’amarezza, il mio dolore e tutta la rabbia. Sì, anche la rabbia, perché quando ottieni qualcosa che volevi da morire ma poi ti rendi conto che quel qualcosa non ti farà del bene anzi forse ti distruggerà e ti rendi conto anche che è assolutamente quello di cui non hai bisogno in quel momento, ti arrabbi, stai male, perché è come se stessero strappando un pezzetto del tuo cuore, delle tue passioni, delle tue speranze. E inevitabilmente in questi momenti entri nei loop dei rimpianti “se avessi fatto, se avessi detto, avrei dovuto”, mio padre ascolta tutto e non dice nulla fino a quel momento, in quell’istante mi interrompe di botto e mi dice:

“No, questo no. Iniziare a vivere dicendosi continuamente “se avessi fatto, se avessi detto” ti distruggerà perché non ne usciresti più. Le decisioni che tutti prendiamo non sono mai sbagliate quando le prendiamo, perché nel momento stesso in cui scegliamo di fare qualcosa è perché crediamo che sia la scelta più adatta per noi, quella buona. Dunque non hai nulla da rimpiangere. Hai preso tante di quelle decisioni da sola che neanche te ne rendi conto e non c’è mai stato nulla di sbagliato, perché la verità è che ormai sei grande e solo tu sai che cosa è meglio per te. Solo Teresa sa cosa sente, cosa gli capita, quello che pensa e se ci pensi bene ti renderai conto che tu sai già perfettamente cosa fare; e sarà la scelta giusta.”

E poi il silenzio, il nodo in gola, perché improvvisamente io so cosa fare e so che mi farà soffrire. Ma del resto come cantano i Coldplay “When you get what you want but not what you need” è sempre un po’ un morire dentro. Quindi con l’amaro in bocca trattengo le lacrime, stringo i pugni e penso alla canzone de Lo Stato Sociale: “passerà col tempo, passerà il momento”.

 

c6ab8c09751f219085cf5d0cc7a6c446

Questa voce è stata pubblicata con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...