Essere single non è una malattia

Ieri sera sono andata a vedere Single ma non troppo, questo non solo perché amo alla follia Rebel Wilson e sono una malata cronica di film stupidi ma perché per una volta pensavo che finalmente avrebbero fatto un film decente sull’essere single che non implicasse per forza la favola del vero amore che ci propina l’industria del cinema da decenni.

Insomma, dopo aver visto il trailer io pensavo che questa volta finalmente avrebbero mostrato nel grande schermo che se sei donna e sei single non sei una zitellona disperata, con crisi isteriche continue da matrimonio e/o bambini che non vede l’ora di incontrare un uomo per incatenarlo come Ercole al Caucaso. Questa volta ero convinta che finalmente avrebbero mostrato che nonostante le credenze popolari essere single non vuol dire “essere soli”, che non tutte hanno la smania di avere un rapporto decennale con in programma 13 bimbi e una villetta ma che in realtà si fanno un sacco di cose fighissime per un solo semplice motivo: si è liberi. E quest’ultimo punto chiaramente spaventa da un lato ma dall’altro è una cosa stupenda perché ti permette di fare una quantità di cose che altrimenti non potresti fare. Puoi limonarti un tizio vestito da Village People nel bagno di un locale e farti pure beccare perché non succede assolutamente nulla, perché la sera che sei triste e pensi che la tua vita sia una merda c’è sempre un’amica da chiamare che verrà da te con una bottiglia di vino e mille repliche di Sex & The City, perché ci sarà sempre quel gruppo su Telegram con cui condividere l’odio verso il genere umano che ti farà sempre sentire meglio, perché avrai i tuoi amici gay che ti porteranno a fare shopping e come consiglio costante per ogni serata a cui andrai ti diranno: “è il caso che tu ti vesta un po’ da zoccola, tesoro”, e ci sarà sempre quell’amica con cui esci insieme e che, a ogni serata, appena sparisci un minuto anche solo per andare a fare pipì ti scriverà: “zozzaaaa, stai già a scopà?! BRAVAAAA”. E invece niente, il film si è rivelato un enorme delusione, proprio come La verità è che non gli piaci abbastanza; entrambi i film partono benissimo, con dei presupposti davvero buoni e reali che se tutti seguissero forse vivremmo meglio, ma poi ecco che tutto si rovina nel finale. Tutti grandi amori, grandi dichiarazioni, il fregno epico scapolottone che si fidanza con la sfigata-stalker-rompi-coglioni – che poi diciamoci la verità nella realtà NON SUCCEDE E NON SUCCEDERà MAI. Perché se sei una maledetta pazza invasata, quel gran fregno di barista a cui hai lasciato il numero e con cui magari ti senti non solo non si innamorerà di te, ma probabilmente si rivelerà un fedifrago fidanzato da anni che per altro è un mezzo spostato mentale.

Quello che invece per una volta speravo passasse è una filosofia di vita che mi insegnò anni fa la mia amica Jessica del New Jersey, la quale la prima volta che venne in Italia mi disse: “è assurda la concezione che avete voi donne qui in Italia dei rapporti e dell’amore. Quando qualcuna di voi diventa single qui in Italia iniziate tutte a piangere, a essere tristi e a pensare che sia la fine del mondo. In America quando diventiamo single la prima reazione che si ha dalle amiche è: FUCK YEAH! LET’S PARTY!”. Io da quel giorno mi sono sempre circondata di persone che vivevano la vita con questo spirito, perché le donne che la pensano così sono quelle che non hanno bisogno di un uomo per forza per sentirsi complete e felici, sono quelle che hanno due palle grosse come una casa e sono capaci di farvi vivere la vita in modo meravigliosamente pieno e questo non vuol dire che l’amore ci fa schifo o che l’amore non ci interessa, semplicemente lo viviamo con serenità, perché come dice mia nonna: “c’hai un sacco de tempo per vive la vita insieme a qualcuno, non vedo perché angosciasse adesso. Divertite!”.

blogdicultura_5c4ba260810b7e54e293dd3bb2115885

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...